Roth: il senatore a difesa dei diritti umani

Il presidente del Senato dello stato del Wisconsin Roger Roth ha ricevuto due e-mail da ambasciatori cinesi in cui chiedevano di esaltare pubblicamente il modo in cui il Partito comunista cinese (PCC) ha saputo tenere sotto controllo l'espandersi del coronavirus del PCC. (Immagine: Vijay Kumar Koulampet via wikimedia CC BY-SA 3.0)

Secondo un rapporto del Wisconsin Examiner il presidente del Senato dello stato del Wisconsin, Roger Roth, ha riferito ai media di aver ricevuto due e-mail da ambasciatori cinesi. Sostanzialmente, essi chiedevano di esaltare pubblicamente il modo in cui il Partito Comunista Cinese (PCC) ha saputo tenere sotto controllo l’espandersi del coronavirus di Wuhan.

E-mail strategiche

Roth ha rivelato di aver ricevuto la prima e-mail il 26 febbraio. Quando ha notato che il messaggio proveniva da un account Hotmail, ha pensato che si trattava di uno scherzo, quindi l’ha ignorato.

Il 10 marzo ha ricevuto la seconda e-mail con lo stesso contenuto. Questa volta ha chiesto al suo staff di indagare in modo da assicurarsi che provenisse davvero da funzionari del PCC. Hanno scoperto che gli ambasciatori cinesi usano spesso account di e-mail privati ​​per inviare messaggi, evitando la burocrazia e il protocollo, nel tentativo di agire più rapidamente.

Gli ambasciatori cinesi usano spesso account di e-mail privati ​​per inviare messaggi, evitando la burocrazia e il protocollo, nel tentativo di agire più rapidamente. (Immagine: Screenshot/ Youtube)

Dopo aver confermato che queste e-mail provenivano effettivamente da ambasciatori cinesi, il senatore era talmente furioso da rispondergli con una sola parola:«Squilibrato». Nel frattempo, il virus del PCC si era già diffuso nel Wisconsin.

Risoluzione di Roth

Il 26 marzo il senatore Roth ha presentato una risoluzione molto esauriente e incriminante. Ha dato al Senato l’opportunità di confermare che il PCC aveva deliberatamente indotto in errore il mondo circa lo scoppio del coronavirus. La risoluzione inizia così:« Relativo a: Riconoscere che il Partito Comunista Cinese ha fuorviato deliberatamente e intenzionalmente il mondo sul Coronavirus di Wuhan ed essere solidali con il popolo cinese per condannare le azioni del Partito Comunista Cinese».

La risoluzione è pungente. Va a sottolineare i seguenti aspetti:« Che il Senato del Wisconsin riconosce che il Partito Comunista della Cina ha deliberatamente indotto in errore il mondo intero. Ha soppresso informazioni essenziali sulle statistiche e sulla diffusione del Coronavirus di Wuhan, sia a livello nazionale che internazionale, ha permesso a milioni di individui di spostarsi fuori dalla provincia e dal paese nonostante gli avvertimenti sul fatto che il virus potrebbe essere trasmissibile da persona a persona e si è impegnato nella soppressione e persecuzione di individui che discutevano in modo veritiero informazioni relative al Coronavirus, che ha portato ad una pandemia globale che non si vedeva da generazioni».

Il senatore Roth ha reso pubblica una parte dell’e-mail da parte dell’ambasciatore cinese in cui quest’ultimo desidera che vengano esaltate le azioni della Cina. La richiesta originale degli ambasciatori cinesi affermava:«La Cina è stata trasparente e rapida nel condividere le informazioni essenziali del virus con l’OMS e la comunità internazionale, creando così una finestra di opportunità per altri paesi di dare una risposta tempestiva». (Wisconsin Examiner) Di fronte a tali distorsioni della realtà e dovendo affrontare il virus del PCC, non c’è da meravigliarsi che Roth abbia risposto con rabbia: «Squilibrati».

Violazione dei diritti

Il senatore Roth cita diverse categorie di violazioni dei diritti umani commesse dal PCC. Ovvero il trattamento di tibetani e uiguri, la politica del figlio unico e tutti gli aborti che ha causato. Il prelievo forzato di organi, la manipolazione di valuta, le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, e il massacro di piazza Tiananmen.

La risoluzione del senatore Roth cita diverse categorie di violazioni dei diritti umani commesse dal PCC, tra cui il prelievo forzato di organi. (Immagine: Screenshot/ Youtube)

Inoltre viene sottolineato che:«Il Senato del Wisconsin è solidale con il popolo cinese, condannando le azioni del PCC nei termini più forti possibili e riconosce che, sia in Cina che nel mondo, milioni di persone sono a rischio di malattia e morte a causa della negligenza e delle azioni ostili del Partito Comunista Cinese». (Wisconsin Examiner)

Il senatore Roth ha espresso il suo desiderio di mostrare solidarietà al popolo cinese in modo che possa vivere liberamente. Sottolinea anche la necessità di distinguere tra il PCC e il popolo cinese. Chiede al pubblico di astenersi dal parlare di odio contro gli asiatici. Il documento ribadisce che «…il popolo cinese è un grande popolo, erede di una delle più grandi civiltà della storia umana, tenuta in ostaggio negli ultimi 70 anni da un regime brutale e opprimente».

La risoluzione è stata presentata al Senato il 26 marzo ed è stata esaminata dal Comitato Organizzatore del Senato del Wisconsin. Una volta approvato, sarà pronto per il voto finale al Senato di Stato.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/04/22/chinese-government-begging-for-worldwide-praise.html

Articolo a cura di Michael Segarty e tradotto da Ilona Golebieska