Semplice storia di una moneta

moneta storia giovane antica Cina

C’era un giovane con pochi soldi che dovette rinunciare all’istruzione scolastica per prendersi cura dei suoi genitori fragili e malati.

Tornando a casa, trovò una moneta per terra. Sentì i giardinieri dire che avevano sete, così comprò dell’acqua da bere con quella moneta.

I giardinieri gli erano grati, così ognuno di loro gli diede un mazzo di fiori in cambio. Egli regalò questi fiori quando passò davanti a un mercato. Coloro che avevano ricevuto i fiori gli diedero una moneta ciascuno in cambio. Ora aveva 8 monete.

Non molto tempo dopo, ci fu un temporale e i rami morti si sparsero per il giardino. Chiese al giardiniere: «Se pulisco il giardino per te, puoi darmi i rami morti come legna da ardere?» Il giardiniere accettò con piacere.

fiori
I giardinieri gli furono grati, così ognuno di loro gli diede un fascio di fiori in cambio. (Immagine: Screenshot / YouTube)

Mentre il giovane stava pulendo il giardino e raccogliendo i rami morti, un gruppo di bambini dei dintorni litigavano tra loro per delle caramelle. Il giovane comprò delle caramelle con le sue 8 monete e le diede ai bambini, insegnando loro a non lottare per averle. I bambini erano contenti delle caramelle e lo aiutarono a pulire il giardino e a raccogliere i rami morti.

Quando il giovane trascinò a casa questi rami, un cuoco vide che erano di buona qualità e che non avrebbero prodotto fumo. Sperava di prenderli per il suo padrone, che aveva l’asma e doveva evitare il fumo.

Sentito questo, il giovane donò i rami al cuoco, ma il cuoco non volle averli gratis, così pagò al giovane 16 monete.

Il giovane tornò a casa con 16 monete e costruì un chiosco per vendere bevande. Dato che d’estate faceva caldo, fornì anche l’acqua gratis ai giardinieri che lavoravano nelle vicinanze. Loro gli erano grati per questo.

La gente rideva di questo sciocco giovane che vendeva bevande a basso prezzo e che forniva acqua gratis a quei giardinieri.

monete cinesi
Il giovane tornò a casa con 16 monete e costruì uno stand per vendere bevande. (Immagine: Pixabay / CC0 1.0)

Un giorno, un mercante passò di lì e si fermò a prendere l’acqua. Quando sentì quello che il giovane aveva fatto, lo approvò e lo raccontò al giovane: «Domani arriverà una banda di venditori di cavalli con 400 cavalli; puoi preparare altra acqua.» Sentendo questo, il giovane sapeva che anche i cavalli avrebbero avuto bisogno di erba. Raccontò la sua idea ai giardinieri, e ogni giardiniere gli diede un fascio d’erba, così il giovane ebbe ben presto centinaia di fasci d’erba.

Il secondo giorno arrivò la banda dei venditori di cavalli. Videro i fasci d’erba mentre si riposavano al chiosco e chiesero di comprare l’erba. Il giovane disse: «Prendeteli se volete. Non ho speso un centesimo per loro». I venditori si misero a ridere. Quando se ne andarono, portarono via tutti i fasci d’erba e lasciarono 1.000 monete per il giovane.

Alcuni anni dopo, il giovane divenne un uomo ricco. Anche se questa è una semplice storia di successo, il giovane non si è guadagnato il successo senza un motivo. Se l’è guadagnato grazie alla sua innata bontà e compassione.

Scritto da Helen e tradotto da Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/07/24/the-story-of-a-coin.html