Senza l’asteroide i dinosauri non sarebbero scomparsi

Gli autori suggeriscono che se l'impatto non si fosse verificato, i dinosauri avrebbero potuto continuare ad essere il gruppo dominante di animali terrestri sul pianeta.
dinosauri asteroide
I ricercatori dell'Università di Bath e del Museo di Storia Naturale di Londra affermano che se l'impatto non fosse avvenuto, i dinosauri avrebbero potuto continuare a dominare la Terra. (Immagine tramite pixabay CC0 1.0)

Se l’impatto non fosse avvenuto, i dinosauri avrebbero potuto continuare a dominare la Terra. Lo afferma uno studio dei ricercatori dell’Università di Bath e del Museo di Storia Naturale di Londra. Al momento dell’impatto dell’asteroide, verso la fine del tardo Cretaceo, I dinosauri erano diffusi a livello globale e occupavano tutti i continenti del pianeta. Erano la forma animale dominante della maggior parte degli ecosistemi terrestri.

Tuttavia tra i paleo biologi, è ancora controverso se in termini di biodiversità i dinosauri stessero diminuendo al momento della loro estinzione.

Modellazione statistica

Per rispondere a questa domanda, il gruppo di ricerca ha raccolto una serie di differenti alberi genealogici di dinosauri. Ha utilizzato dunque modelli statistici per valutare se ciascuno dei principali gruppi di dinosauri era ancora in grado di produrre nuove specie in quel momento.

asteroide dinosauri terra
Fu solo a causa dell’estinzione dei dinosauri che le aree di popolamento si sono liberate, permettendo ai mammiferi, che già esistevano al momento dell’impatto dell’asteroide, di riempirle e di dominare il pianeta. (Immagine: tramite pixabay CC0 1.0

Il loro studio è stato pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science. Dimostra nello specifico che i dinosauri non erano in declino prima che l’asteroide colpisse, contraddicendo alcuni studi precedenti. Gli autori suggeriscono anche che se l’impatto non si fosse verificato, i dinosauri avrebbero potuto continuare ad essere il gruppo dominante di animali terrestri sul pianeta. L’autore principale dello studio, Joe Bonsor, ha detto:

«Studi precedenti effettuati da altri hanno utilizzato vari metodi per giungere alla conclusione che i dinosauri si sarebbero estinti comunque, in quanto erano in declino sul finire del periodo cretaceo.

Tuttavia, noi dimostriamo che se si amplia il database per includere alberi genealogici di dinosauri più recenti e un insieme più ampio di tipi di dinosauri, i risultati in realtà non portano tutti a questa conclusione – solo circa la metà di essi lo fa».

Lacune di campionamento

È difficile valutare la biodiversità dei dinosauri a causa delle lacune nella documentazione dei fossili. Ciò può dipendere da vari fattori. Dipende da quali sono le ossa che si conservano come fossili e dal modo in cui i fossili sono accessibili nella roccia per consentirne il ritrovamento. Oltre che dai luoghi in cui i paleontologi li cercano.

dinosauri ossa scheletro
Gli autori suggeriscono che se l’impatto non si fosse verificato, i dinosauri avrebbero potuto continuare ad essere il gruppo dominante di animali terrestri sul pianeta. (Immagine: tramitepixabay CC0 1.0)

I ricercatori hanno utilizzato metodi statistici per superare queste lacune di campionamento. Hanno esaminato i tassi di speciazione delle famiglie di dinosauri piuttosto che il semplice conteggio del numero di specie appartenenti alla famiglia. Joe Bonsor ha detto:

«Il punto principale del nostro lavoro è che non basta guardare alcuni alberi e prendere una decisione. Le grandi e inevitabili lacune nei dati dei fossili e la mancanza di dati possono spesso mostrare un declino delle specie, ma questo potrebbe non essere un riflesso della realtà di quel momento».

Lasciare spazio ai mammiferi

«Potremmo non conoscere mai i veri tassi di evoluzione dei dinosauri, poiché l’unico modo per saperlo con certezza è completare le parti mancanti del dato per ottenere la risposta migliore, e semplicemente non pensiamo di esserci ancora arrivati».

«I nostri dati non mostrano attualmente che fossero in declino, infatti alcuni gruppi come gli adrosauri e i ceratopsi prosperavano e non ci sono prove che suggeriscano che si sarebbero estinti 66 milioni di anni fa se non si fosse verificato l’evento dell’estinzione».

Dunque, fu solo a causa dell’estinzione dei dinosauri che le aree di popolamento si sono liberate. Ciò ha permesso ai mammiferi, che già esistevano al momento dell’impatto dell’asteroide, di riempirle e di dominare il pianeta.

Fornito da University of Bath

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://visiontimes.com/2020/11/22/new-research-refutes-claim-that-dinosaurs-were-in-decline-before-asteroid-hit.html