Sovvenzione USA al laboratorio cinese con la presunta ricerca sul guadagno di funzioni bypassata dal Federal Review Board

La sovvenzione dell'istituto USA NIH a EcoHealth descrive effettivamente la ricerca sul guadagno di funzione. Si tratta di un'area di studio rischiosa che può rendere i virus simili alla SARS maggiormente contagiosi.
Il laboratorio P4 a Wuhan, Cina, che tratta i coronavirus.

Una sovvenzione del National Institutes of Health (NIH) non ha ricevuto esamina da parte di un consiglio di sorveglianza del HHS, il Dipartimento USA della salute e dei servizi umani. La somma era indirizzata al gruppo no profit EcoHealth Alliance, che aveva finanziato un progetto presso il Wuhan Institute of Virology (WIV). Tale progetto coinvolge la ricerca sul guadagno di funzione per modificare i coronavirus basati sui pipistrelli.

Nel 2017 l’HHS ha creato il Framework Potential Pandemic Pathogens Control and Oversight (P3CO). Lo scopo è aiutare il suo comitato di revisione a valutare criticamente le sovvenzioni che prevedevano il potenziamento di patogeni pericolosi come i coronavirus.

Tuttavia gli uffici del Direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) e del NIH «hanno sistematicamente contrastato, anzi sistematicamente annullato il quadro di riferimento HHS P3CO rifiutando di segnalare e inoltrare le proposte di revisione». Lo ha affermato Richard H. Ebright alla Daily Caller News Foundation (DCNF). Ebraight è professore di biologia chimica alla Rutgers University.

In altre parole il NIAID, guidato da Anthony Fauci, non ha segnalato il progetto. Ha così consentito alla sovvenzione di $ 600.000 di aggirare il controllo di P3CO.

La ricerca sul guadagno di funzione aggira la supervisione federale

La sovvenzione del NIH a EcoHealth descrive effettivamente la ricerca sul guadagno di funzione. SI tratta di un’area di studio rischiosa che può rendere i virus simili alla SARS maggiormente contagiosi. Lo hanno affermato in un articolo del giugno 2020 esperti come il dottor Jonathan Latham e il dottor Allison Wilson, su Independent Science News.

Il NIH ha difeso la decisione presa dalla sua subagenzia di aggirare la revisione della sovvenzione. Ha affermato: «Dopo un’attenta revisione della sovvenzione, NIAID ha stabilito che la ricerca sovvenzionata non era una ricerca di guadagno di funzione perché non comportava il miglioramento della patogenicità o la trasmissibilità dei virus studiati», ha dichiarato un portavoce del NIH al DCNF.

«Non avremmo mai inviato proposte di ricerca che non soddisfacevano la definizione […]».

Tuttavia, un estratto della sovvenzione USA del NIH recita: «I modelli predittivi della gamma dell’ospite (cioè il potenziale di emergenza) saranno testati sperimentalmente utilizzando la genetica inversa, legami proteici di pseudovirus e recettori ed esperimenti di infezione virale attraverso una gamma di colture cellulari di diverse specie e topi umanizzati».

Il dottor Latham e il dottor Wilson hanno spiegato che in base all’estratto «è difficile enfatizzare eccessivamente che la logica centrale di questa sovvenzione sia quella di testare il potenziale pandemico dei coronavirus di pipistrello correlati alla SARS, creando quelli con potenziale pandemico, o attraverso l’ingegneria genetica o il passaggio, o entrambi».

simbolo HHS Dipartimento della salute e dei servizi umani USA
Al Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) degli Stati Uniti è stata assegnata la parziale responsabilità della revisione delle sovvenzioni con guadagno di funzione del 2017. (Immagine: DonkeyHotey tramite Flickr CC BY 2.0)

Secondo il New York Times, il governo degli Stati Uniti aveva interrotto i finanziamenti per la pericolosa ricerca sul guadagno di funzione già nel 2014. Questo, dopo che i Centers for Disease Control (CDC) avevano accidentalmente esposto i dipendenti del laboratorio all’antrace. Avevano anche erroneamente spedito un virus mortale dell’influenza aviaria a un altro laboratorio federale che aveva richiesto un ceppo influenzale benigno. La Casa Bianca ha dichiarato che la moratoria è stata adottata «a seguito dei recenti incidenti di biosicurezza nelle strutture di ricerca federali».

Nel 2017, dopo che sono state implementate nuove procedure di supervisione, sono ripresi i finanziamenti per la ricerca sul guadagno di funzione. Due gruppi hanno ricevuto responsabilità di supervisione. Il primo è l’agenzia di finanziamento, che era la NIAID nel caso della sovvenzione USA ad EcoHealth. Il secondo è il comitato interdisciplinare di revisione P3CO convocato dall’HHS. Il comitato non esaminerà le sovvenzioni a meno che esse non siano contrassegnate dall’agenzia di finanziamento. Inoltre il quadro P3CO non richiede al comitato HHS di confermare o confutare l’affermazione del NIAID secondo cui la sovvenzione ad EcoHealth non comportava la ricerca sul guadagno di funzione.

Ebright ha affermato che la capacità di aggirare così facilmente la revisione P3CO «è un problema sistemico». Se la sovvenzione fosse stata sottoposta a revisione con valutazione indipendente da parte di un pannello HHS, l’HHS avrebbe potuto quindi formulare ulteriori raccomandazioni sulle misure di biocontenimento per prevenire potenziali fughe di laboratorio. Avrebbe persino potuto negare del tutto la sovvenzione.

Un allegato al rapporto sull’origine del COVID-19 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), pubblicato il 30 marzo, afferma che la ricerca WIV «ha utilizzato virus ricombinanti per verificare se i CoV di pipistrello potessero usare ACE2 per legarsi, ma hanno usato la proteina spike su una base di SARS-CoV». Ebright ha affermato che questa affermazione che coinvolge i coronavirus di pipistrello e l’uso di virus ricombinanti nei test descrive la ricerca sul guadagno di funzione.

Nell’aprile 2020 il NIH ha revocato la sovvenzione USA a EcoHealth per ordine della Casa Bianca dell’ex presidente Donald Trump. Il vicedirettore del NIH per la ricerca, Michael Lauer, ha scritto una lettera ai funzionari di EcoHealth Alliance, affermando che «il NIH non crede che gli attuali risultati del progetto siano in linea con gli obiettivi del programma e le priorità dell’agenzia».

Quando a Fauci è stato chiesto dell’annullamento della sovvenzione EcoHealth in un’audizione dinanzi al Comitato per l’energia e il commercio della Camera nel giugno 2020, la sua risposta è stata: «Non ne conosco le ragioni, ma ci è stato detto di annullarlo».

Dopo l’udienza, Fauci ha chiarito a Politico che l’amministrazione Trump aveva ordinato ai NIH di sospendere la concessione.

Tradotto da: Andrea Murgia

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/04/08/fauci-gain-of-function-wuhan-grant.html