Il gigante dei social media Twitter ha continuato ad usare il suo potere di mettere a tacere le informazioni: ha censurato infatti il famoso professore ed epidemiologo di Harvard, Il Dr. Martin Kulldorff. Il professore ha espresso una prospettiva sui vaccini COVID-19, che è stata scientificamente convalidata, ma contraria ai ben consolidati pregiudizi pro-lockdown e di accettazione del vaccino di Big Tech.  ...

L’eccessiva dipendenza degli USA dalla Cina per la produzione di principi attivi (API) e prodotti farmaceutici, si è rilevata un’ arma commerciale. Ovvero un’efficace mossa strategica per infliggere una punizione economica a danno dei cittadini americani. Oltre che ad un possibile collo di bottiglia della catena di approvvigionamento. La questione della dipendenza degli USA dalla Cina per la fornitura di ...

Durante una visita in Cina del 22 marzo, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato che i programmi di passaporto vaccinale non devono violare i diritti umani. Indossava inoltre una mascherina che sembrava esprimersi contro le misure di blocco per la pandemia. Secondo il media russo TASS, durante una conferenza stampa con diverse fonti del Partito Comunista Cinese (PCC), ...

Pfizer, produttore di vaccini per il nuovo coronavirus SARS-CoV-2, afferma che farà progredire la sua attività di vaccini a mRNA oltre il virus che causa il COVID-19. La malattia che l’ Organizzazione mondiale della sanità favorevole al Partito Comunista cinese ha soprannominato Coronavirus Disease 2019. In un articolo del 23 marzo del Wall Street Journal, l’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla ha ...

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha deciso di non pubblicare il rapporto intermedio sulla sua recente indagine relativa alle origini del coronavirus di Wuhan in Cina. Lo riporta il Wall Street Journal. Si dice che la decisione sia stata presa poiché l’organizzazione affronta la crescente pressione degli scienziati di tutto il mondo che chiedono un’indagine più completa. Anche le tensioni ...

Da marzo, cioè dal periodo in cui la pandemia del virus del PCC è diventata il centro della vita quotidiana nel mondo occidentale, abbiamo avuto un flusso costante di messaggi contrastanti sulla crisi. Quando si tratta del virus e del disturbo che provoca, i «dati» sull’immunità di gregge cambiano quasi quotidianamente secondo i desideri delle cosiddette «fonti autorevoli» di informazione ...