Il principale organismo di regolamentazione sanitaria del Brasile ha vietato il vaccino russo Sputnik V SARS-CoV-2. È avvenuto dopo che i campioni studiati hanno rivelato la presenza di adenovirus vivo e le strutture di produzione hanno dimostrato di avere standard di controllo di qualità scadenti. L’Agenzia Nazionale per la Sorveglianza Sanitaria (Anvisa) ha vietato la variante vettoriale adenovirus di un vaccino russo destinato ...