TikTok di proprietà cinese ora raccoglierà dati biometrici sugli utenti statunitensi

Secondo Wallroom Media, i dati di TikTok dicono che abbia più di un miliardo di utenti mensili in tutto il mondo, di cui almeno 100 milioni residenti negli Stati Uniti. L'app viene scaricata più di 2,6 miliardi di volte.
ByteDance, con sede a Pechino, ora raccoglierà dati biometrici dagli utenti statunitensi, secondo un aggiornamento della sua Informativa sulla privacy il 2 giugno 2021. (Immagine: Solen Feyissa tramite Flickr CC BY-SA 2.0)

TikTok, la piattaforma di influenza sociale basata su video, di proprietà di ByteDance con sede a Pechino, ora raccoglierà dati biometrici dai suoi utenti. Lo annuncia un aggiornamento del 2 giugno all’informativa sulla privacy dell’app.

TikTok ha aggiunto una sottosezione alla parte “Informazioni che raccogliamo automaticamente” della normativa denominata “Informazioni su immagini e audio”. La nuova sezione afferma che “identificando gli oggetti e lo scenario che appaiono”, raccoglierà i tratti e gli aspetti del viso e del corpo e la loro posizione nell’immagine, la natura dell’audio e il testo delle parole usate nel contenuto originale.

La normativa prevede che i dati siano raccolti esplicitamente per “la regolamentazione dei contenuti, per la classificazione demografica, contenuti e consigli sugli annunci”.

La nuova versione afferma anche che “Dai Contenuti utente possiamo raccogliere identificatori biometrici e informazioni biometriche come definito dalle leggi statunitensi, come impronte facciali e impronte vocali”.

Nella normativa, che sostiene anche che “Laddove richiesto dalla legge, chiederemo all’utente i permessi necessari prima di qualsiasi raccolta”, le “impronte facciali e vocali” non sono definite in modo specifico. Purtroppo per gli utenti statunitensi, non esiste una legge federale che regoli i dati biometrici. Solo alcuni stati, tra cui New York, Illinois, California e Texas, hanno una legislazione per la biometria.

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione Europea definisce i dati biometrici come una categoria speciale di dati personali costituita da “dati individuali risultanti da specifici trattamenti tecnici relativi alle caratteristiche fisiche, fisiologiche o comportamentali di una persona fisica, che consentono o confermano l’identificazione univoca di quella persona fisica, come le immagini del viso o i dati delle impronte digitali”.

Quando TechCrunch ha chiesto a TikTok di commentare per quale motivo sarebbero stati raccolti i dati, la società ha risposto solo con un messaggio sul suo “impegno per la trasparenza” collegato ad alcuni messaggi di propaganda messaggistica aziendale.

Secondo Wallroom Media, si stima che TikTok abbia più di un miliardo di utenti mensili in tutto il mondo, di cui almeno 100 milioni residenti negli Stati Uniti. L’app è stata scaricata più di 2,6 miliardi di volte. Solo nel gennaio del 2021 è accaduto 62 milioni di volte.

L’app attira ogni mese oltre 20 milioni di visitatori unici di età superiore ai 18 anni da dispositivi mobili statunitensi, ma oltre il 32 percento della sua base di utenti complessiva ha un’età compresa tra 10 e 19 anni. 

Gli utenti generalmente mostrano segni di dipendenza dall’uso della piattaforma. Il tempo medio di visualizzazione giornaliero per gli utenti è di 52 minuti al giorno. Eppure nella fascia di età dai 4 ai 15 anni, quel numero sale a 80 minuti. In media le persone usano l’app 8 volte al giorno. 

L’83 percento di tutti gli utenti ha caricato un video. ByteDance ha riportato a Pechino 500 milioni di dollari di entrate dagli utenti statunitensi solo nel 2020. 

TechCrunch afferma che nonostante l’aggiornamento, ByteDance si sia già preso il permesso di accogliere un’enorme quantità di dati sui suoi utenti, come “i dati di localizzazione basati sulla tua scheda SIM e indirizzi IP e GPS, il vostro uso di TikTok stesso e tutti i contenuti che create o caricate, i dati che inviate nei messaggi sulla sua app, i metadati dal contenuto che caricate, i cookie, i nomi delle app e dei file sul vostro dispositivo, lo stato della batteria e anche i vostri modelli e ritmi di pressione dei tasti, tra le altre cose”.

E non è tutto. Pechino raccoglie anche le cosiddette “informazioni che scegli di fornire”. Tra di esse ci sono le “informazioni sulla registrazione (nome utente, età, lingua, ecc.), le informazioni sul profilo (nome, foto, account di social media), tutti i contenuti generati dagli utenti sulla piattaforma, i contatti del telefono e dei social network, le informazioni di pagamento, oltre a testo, immagini e video trovati negli appunti del dispositivo.

Anders Corr, editore del Journal of Political Risk ha scherzato in un articolo di opinione del 5 giugno che chiedeva il divieto dell’app:“Sto aspettando il nuovo telefono di Huawei con una funzione di pungidito che raccoglie il DNA“.

“In questa nuova e coraggiosa tecno-distopia, tutto è possibile”

“Negli ultimi decenni, il nostro governo ha permesso agli americani di tornare nel selvaggio West, con le corporazioni cinesi che sono il nuovo tornado che squarcia intere comunità e i loro dati personali”, ha affermato Corr.

Nel dicembre 2020, In Inghilterra, l’ex commissario per l’infanzia Anne Longfield ha presentato un’azione legale collettiva da un miliardo di dollari contro ByteDance  , sostenendo che le informazioni personali sono raccolte da bambini britannici di età inferiore ai 13 anni.

Nel febbraio del 2020, nei commenti alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, l’ex segretario di Stato americano Mike Pompeo ha detto che ByteDance e altre aziende controllate dal PCC, come Huawei, “sono cavalli di Troia per l’intelligence cinese”.

Tradotto da: Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/06/06/tiktok-biometric-data-us-users.html