Uffici governativi e scuole installano telecamere termiche Hikvision supportate dal PCC in risposta alla pandemia

Nel settembre del 2020, il britannico The Guardian ha riferito che le telecamere Hikvision sono state installate ovunque, dai centri ricreativi alle scuole pubbliche.
Immagine delle telecamere Hikvision in un centro commerciale elettronico a Pechino il 24 maggio 2019. Un rapporto ha rilevato che le scuole e i governi statunitensi hanno aggirato un divieto federale sulle apparecchiature di sorveglianza Hikvision e Dahua acquistando con fondi non federali. (Immagine: FRED DUFOUR/AFP tramite Getty Images)

Secondo un rapporto, I comuni e i consigli scolastici degli Stati Uniti hanno bypassato una lista nera del Pentagono relativa alle aziende con collegamenti con l’Esercito Popolare di Liberazione (PLA) del Partito Comunista Cinese (PCC). Il fine era di acquistare telecamere termiche e altre apparecchiature di sorveglianza da Hangzhou Hikvision e Dahua per installare misure atte a combattere la pandemia di SARS-CoV-2.

Un articolo del 24 maggio di TechCrunch, rivela diversi contratti tra i governi locali degli Stati Uniti e vari fornitori che vendono prodotti in lista nera. I governi e le entità a livello statale e urbano sono in grado di aggirare la lista nera a patto che acquistino l’attrezzatura di sorveglianza del Partito Comunista senza utilizzare fondi federali.

Il Fayette County Board of Education in Georgia ha speso 490.000 dollari per le apparecchiature di imaging termico di Hikvision allo scopo di creare punti di controllo per la temperatura corporea nelle scuole. Secondo un rapporto di IPVM del settembre del 2020, il consiglio ha deciso di acquistare apparecchiature senza un “corpo nero”, uno strumento di calibrazione cruciale nelle soluzioni di imaging termico.

L’attrezzatura di Hikvision senza corpo nero è valutata con precisione entro – 13 gradi , rispetto a 0,5 gradi con. I test di IPVM “dimostrano che senza un corpo nero, l’accuratezza è generalmente ridotta a ±1,0°F ±1,5°F, abbastanza significativa da provocare falsi allarmi e temperature elevate mancate”.

Il problema dell’accuratezza è così diffuso che la U.S. Food and Drug Administration ha emesso un avviso pubblico a marzo mettendo in guardia sull’uso di dispositivi di imaging termico nell’installazione di misure pandemiche: “Sebbene l’imaging termico non sia un dispositivo diagnostico efficace per il COVID-19, questo può determinare se qualcuno ha una temperatura elevata, il che se usato correttamente, può essere un importante strumento di gestione del rischio durante la pandemia“.

immagini termiche davanti allo scanner
Una vista delle immagini termiche mentre i partecipanti al concerto passano davanti agli scanner termici nel Liceu il 27 settembre 2020 a Barcellona, Spagna. Le soluzioni di imaging termico Hikvision possono essere così imprecise che i media mainstream hanno coperto la storia, spingendo la FDA a lanciare un allarme pubblico. (Immagine: Cesc Maymo/Getty Images

La FDA ha dichiarato “Ma l’uso improprio e la commercializzazione di sistemi di imaging termico possono portare a letture di temperatura imprecise e rappresentare un potenziale pericolo per la salute pubblica”.

Quando TechCrunch ha raggiunto il Consiglio dell’Istruzione di Fayette al fine di avere un commento, hanno ricevuto solo una dichiarazione preparata dicendo che hanno acquistato l’attrezzatura presso il “fornitore di sicurezza di lunga data” del Consiglio.

La ricerca ha anche scoperto inoltre, che la contea di Nash in North Carolina ha speso 45.000 dollari per le telecamere termiche Dahua. Un manager della contea ha confermato che solamente le scuole pubbliche hanno installato l’attrezzatura.

La città di Hollywood in Florida ha speso 30.000 dollari per le immagini termiche di Hikvision allo scopo di misurare la temperatura del corpo dei dipendenti. Un portavoce ha reso noto a TechCrunch che Hikvision era “l’unico produttore importante con una soluzione praticabile che fosse pronta per la consegna, che avrebbe servito lo scopo del progetto definito e che rientrava nel budget del progetto”.

Ad aprile, Hikvision ha rilasciato il suo rapporto annuale 2020, in cui ha elencato la China Electronics Technology Group Corporation (CETC) come “controllore effettivo”. L’Australian Strategic Policies Institute (ASPI)sostiene che CETC abbia un “rischio molto alto per essere il principale produttore di elettronica militare della Cina.” L’ASPI chiama CETC “una delle più grandi aziende di difesa del mondo”, notando diversi casi di furto di proprietà intellettuale e che l’entità “fornisce tecnologia utilizzata per gli abusi dei diritti umani nello Xinjiang”.

Un rapporto del 30 maggio di Epoch Times ha scoperto che negli schieramenti della tecnocrazia del PCC, hanno utilizzato Hikvision del PCC, Skynet e Sharp Eyes.

Il presidente di Hikvision Chen Zongnian, anch’egli esponente della 52a divisione della CETC, è un rappresentante formale del PCC all’interno dell’azienda. Hikvision ha pure dimostrato la sua affiliazione al Partito Comunista attraverso aggiornamenti regolarmente pubblicati sul suo sito web su “sostenere e migliorare la leadership del PCC”.

Secondo una traduzione del media cinese Military Aviation Research, il CETC è l’unico complesso industriale militare basato sull’elettronica nella nazione, ed è responsabile della fornitura di “tutte le forze armate cinesi, compresi i sistemi di telecomunicazione, radar, software, hardware, sistemi di comando e controllo, e sistemi di sorveglianza a copertura dell’oceano, dell’aerospazio, del cyberspazio e di altre aree”.

Eppure, il 25 maggio, un articolo del Wall Street Journal ha affermato che la pubblicazione ha contattato Hikvision al fine di ottenere un commento, nel quale veniva detto da un portavoce che “Nè ora, e nè mai, Hikvision ha condotto lavori di ricerca e sviluppo per applicazioni militari cinesi”.

L’azienda sostiene che se ci sono stati casi di ricerca e sviluppo militare e che ciò è avvenuto da parte dei dipendenti solo a titolo personale.

Il senatore Mark Warner (D-VA), presidente della commissione intelligence del Senato, nei commenti rilasciati a TechCrunch, ha sottolineato la ragione di questa preoccupazione nell’uso di apparecchiature di sorveglianza PLA: “Nessuna azienda della Repubblica Popolare Cinese è veramente “indipendente”. Quindi, quando queste entità americane comprano queste attrezzature, dovrebbero sapere che non solo stanno sostenendo le aziende che facilitano la repressione in Cina, ma che i dati raccolti attraverso questa attrezzatura di sorveglianza possono essere condivisi con il partito comunista cinese”.

Tuttavia, negli Stati Uniti, hanno installato l’attrezzatura di sorveglianza del PLA negli uffici governativi e nelle scuole , ma non solo. Nel settembre del 2020, il britannico The Guardian ha riferito che hanno installato le telecamere Hikvision ovunque, dai centri ricreativi alle scuole pubbliche.

Alla Smithdon High School nel West Norfolk, l’amministrazione ha deciso di arrivare a installare le telecamere nei bagni della scuola, dicendo che lo scopo era quello di prevenire il vandalismo.

Nel febbraio del 2020, poco dopo che l’amministrazione Trump ha aggiunto Hikvision alla sua Entity List, il Ministero dell’Interno del governo Boris Johnson ha deciso di far partecipare alla fiera Security and Policing il fornitore di apparecchiature di sorveglianza del PCC , un evento pubblicizzato come “L’evento ufficiale del governo britannico sulla sicurezza globale”.

Tradotto da Monica Padoan

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/05/31/hikvision-thermal-image-us-gov.html