martedì, Agosto 11, 2020
20.2 C
Italia
Altro
    Italia
    cielo sereno
    20.2 ° C
    21.1 °
    18.9 °
    64 %
    1.6kmh
    0 %
    Mar
    24 °
    Mer
    27 °
    Gio
    28 °
    Ven
    28 °
    Sab
    26 °

    Una Bottiglia Del Cielo In Segno Di Compassione

    Ma Chun cercò frettolosamente e ovunque il mendicante, ma nessun altro si era mai imbattuto in un mendicante che stava sotto il ponte.

    Ai piedi del Monte Liangshan nella provincia di Shandong, in Cina, vive una signora anziana, ora ottantenne. Si chiama Ma Chun. Fin da quando era bambina, praticava il buddismo e mangiava solo cibo vegetariano. Ma Chun è una donna schietta, con i piedi per terra e di buon cuore.

    Questo episodio risale ai tempi in cui Ma Chun aveva vent’anni. Nell’inverno del 1953, il clima era particolarmente rigido e il freddo pungente, con temperature ben al di sotto dello zero.

    In una di queste mattine d’inverno, Ma Chun portò suo figlio di 10 anni al tempio per pregare. Quando raggiunsero un ponte, videro un mendicante che cucinava sotto di esso. Nel rigido freddo, il mendicante indossava solo un cappotto e aveva solo una trapunta di cotone strappata per tenersi al caldo. Tremava. Davanti a lui c’era una piccola bacinella di ferro poggiata su alcuni mattoni impilati e nella bacinella cucinava foglie marce.

    ponte fiume Ma Chun
    Quando raggiunsero un ponte, videro un mendicante che cucinava sotto di esso. (Immagine: Screenshot / YouTube)

    Vedendo il mendicante in uno stato così precario, le lacrime cominciarono a scorrere lungo le guance di Ma Chun. Ma Chun non continuò il suo viaggio. Tornò indietro con il suo bambino. Tornarono a casa. Lì cercò e trovò una vecchia giacca trapuntata e dei pantaloni. Preparò un piccolo sacco di farina e cibo secco e tornò rapidamente sul ponte.

    Ma Chun porse il cibo e i vestiti al mendicante che annuì e disse: «Salute! Dio vi benedica!». Da quel momento in poi, Ma Chun continuò a dare cibo al mendicante ogni due o tre giorni.

    Durante questo periodo, una dolorosa forma di congiuntivite colpì la zona di Liangshan. Si diffuse rapidamente da persona a persona. Quasi tutti nel villaggio erano infetti. Anche il figlio di Ma Chun ne fu contagiato ed entrambi i suoi occhi erano rossi. Ma Chun decise di portare suo figlio all’ospedale per le cure. Lungo la strada, mentre si avvicinava allo stesso ponte, Ma Chun vide che il mendicante se ne andava.

    Il mendicante la vide e la salutò con la mano. Chiese Ma Chun: «Stai andando via?» Il mendicante rispose: «Sono un mendicante e anche un vagabondo. Grazie per la vostra gentilezza. Vi darò qualcosa come ricordo».

    Il mendicante si chinò per raccogliere un sassolino da terra, lo strinse nella mano. Poi aprì il palmo e all’improvviso apparve una bottiglia di giada blu-verde, trasparente, grande quanto la sua mano.

    Il mendicante porse la bottiglia a Ma Chun e disse: «Questa è una bottiglia di medicina per gli occhi. La medicina all’interno può curare tutti i tipi di malattie degli occhi. Il collo della bottiglia è molto piccolo. Spruzzatela un po’ sugli occhi. Dovrebbe essere sufficiente. Tornate rapidamente a casa e curate vostro figlio. Devo andare. Ciao!»

    bottiglia antica Ma Chun
    Il mendicante porse la bottiglia a Ma Chun e le disse che conteneva una medicina per gli occhi. (Immagine: Screenshot / YouTube)

    Ma Chun rimase sbalordita dalla vista fenomenale che le si era presentata davanti. Un pensiero le balenò improvvisamente nella mente: «È un Dio vivente!»

    Si inginocchiò immediatamente abbassando la testa e dicendo: «Grazie per la vostra grande compassione!» Quando alzò lo sguardo, il mendicante non si vedeva da nessuna parte!

    Ma Chun cercò frettolosamente e ovunque il mendicante, ma nessun altro si era mai imbattuto in un mendicante che stava sotto il ponte.

    Ma Chun tornò a casa e tirò fuori la bottiglia di giada. Vide che l’apertura della bottiglia era minuscola, sottile come la punta di un ago. Agitò l’oggetto alcune volte e spruzzò la medicina sugli occhi del suo bambino. Il bambino disse alla madre che i suoi occhi erano freddi, stavano bene e non erano più doloranti.

    Dopo aver sentito la notizia, la gente del villaggio si precipitò a Ma Chun per cercare il trattamento miracoloso. Trattò tutti con pazienza. L’effetto della medicina fu molto più veloce del trattamento in ospedale. Questo miracolo si diffuse immediatamente nei villaggi vicini. Tutti sapevano che Ma Chun aveva incontrato un Dio vivente e ottenuto una bottiglia magica.

    Da quel momento in poi, le persone con malattie agli occhi si recavano a Ma Chun per essere curate. Ma Chun aiutava tutti con entusiasmo, senza chiedere alcun ritorno economico. Ciò che è ancora più sconcertante è che, anche dopo diversi decenni, la medicina nella bottiglia sembra inesauribile. Questo è il mistero del messaggio in una bottiglia dal Paradiso.

    Scritto da: Michael Segarty

    Tradotto da: Massimiliano Volpato

    Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/07/08/message-in-a-bottle-from-heaven.html

    Ultima settimana

    La virologa Li-Meng Yan rivela l’insabbiamento cinese delle informazioni sul Covid-19

    Il 10 luglio la dottoressa virologa di Hong Kong Li-Meng Yan, è stata intervistata da Fox News, rivelando delle informazioni scioccanti...

    Zhangjiajie,Cina: I 5 Luoghi Top Da Esplorare

    Situata nella Cina centrale, Zhangjiajie si trova a circa 960 km da Hong Kong. La regione è ben nota per le...

    Di Qing: da codardo spaventato a vittorioso generale

    Durante la Dinastia Song del Nord, Han Qi e Fan Zhongyan guidarono gli eserciti per difendersi dalla minacciosa Dinastia Xia occidentale....

    Politici Italiani a sostegno della Falun Dafa a Piazza Montecitorio

    Ogni anno il 20 luglio i praticanti delle Falun Dafa (o Falun Gong) commemorano il triste anniversario dell‘inizio della persecuzione del...

    Pin It on Pinterest