Una Storia Di Socrate (Sulla Falsa Notizia)

socrate notizia filosofo greco
Socrate fu uno dei più grandi filosofi occidentali. (Immagine: Pixabay / CC0 1.0)

In quest’epoca di inganni Socrate, il famoso filosofo greco, ci insegna come affrontare le dicerie – in altre parole, la notizia falsa. La sua storia rimane attuale.

Ebbe inizio con Socrate che faceva le sue solite passeggiate in palestra, quando all’improvviso uno dei suoi discepoli gli corse incontro e con voce impaziente, lo chiamò: «Maestro, ho appena saputo qualcosa del suo amico Diogene, e vorrei parlargliene urgentemente».

Socrate continuò a camminare; non guardò il suo allievo, ma si limitò a rispondere: «La cosa che vuoi dirmi, è la verità? Hai verificato i fatti?». Al che l’alunno rispose in negativo. Continuavano ad andare avanti, ma lo studente non riusciva a contenere la sua eccitazione e disse: «Ma questo devi sentirlo, Maestro. Ti piacerà».

Socrate non rispose subito e poi disse: «Va bene, ma questa è una notizia buona? Porta del bene una volta che me l’hai detta?». L’allievo rispose di nuovo: «No.»

Dopo un po’, rispose: «Ma maestro, ho davvero bisogno di dirle questo.»

Tempio Atene alberi
Atene era un luogo di apprendimento e di illuminazione. (Immagine: Pixabay / CC0 1.0)

Socrate smise di camminare, guardò lo studente e disse: «Va bene, puoi dirmi questa notizia urgente, ma prima dimmi se è utile. C’è qualcosa di valore che potrebbe aumentare la mia o la tua qualità di vita? Porta beneficio?»

Quando lo studente abbassò la testa in preda allo sconforto, Socrate disse: «Se la notizia che mi porti non ha la verità, non è buona o utile a te, a me o alla società, allora, perché preoccuparsi di raccontarla?»

Notizie o voci infondate sono una perdita di tempo. Quando le diffondi tra i tuoi amici, fai perdere tempo anche a loro. È ancora più pericoloso quando la diceria suona bene. Poi, ha la possibilità di diffondersi e incoraggia ulteriori pettegolezzi.

Il tempo non è l’unica vittima delle voci. E la reputazione del soggetto della diceria? E ne sarà della sua reputazione quale fonte di informazioni veritiere quando contribuisce alla diffusione di questo pettegolezzo?

E se, seguendo le dicerie, qualcuno avesse intrapreso un’azione che si è rivelata distruttiva e che ha causato danni al prossimo e ripercussioni sulla società? E se qualcuno che si è fidato di voi avesse preso la voce come la verità e si fosse formato un’opinione che ha portato con sé per tutta la vita?

Diffondere voci o notizie false porta a gravi conseguenze. (Immagine: Pixabay / CC0 1.0)

Un uomo saggio una volta disse che quando si dice una bugia, è come creare qualcosa che fino ad allora era inesistente nell’universo. Un punto di vista interessante. Il Triplo Test di Filtro di Socrate è un buon criterio di considerazione quando si crea qualcosa – diffonde la verità e la bontà e sarà utile per qualcuno che ne viene a contatto?

Allora cosa si deve fare quando si viene a contatto con notizie false? Per prima cosa, smettere di ascoltare. Non c’è bisogno che quelle informazioni scorrano nel vostro sistema. Secondo, non diffonderle mai. Se tutti lo facessero, questo «ucciderebbe» efficacemente tale voce prima che si trasformi in qualcosa di peggiore – un’idea.

Tradotto da: Massimiliano Volpato

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/06/25/a-story-of-socrates-and-how-he-dealt-with-fake-news.html