Vietnam: multa ad utente Facebook che nel criticare la risposta del governo al COVID-19 avrebbe diffuso “notizie false”

Il 22 luglio aveva postato in Facebook sostenendo che le misure di blocco per il COVID-19 applicate dalle autorità nel reparto Binh Truong della città di Thu Duc avrebbero impedito ai residenti di ricevere i pacchetti di soccorso.
Nella foto il logo di Facebook da cellulare e da schermo. (Immagine: OLIVIER DOULIERY/AFP tramite Getty Images)

L’utente vietnamita di Facebook, Nguyen Thuy Duong, è stata multata dalla polizia di Ho Chi Minh City per aver pubblicato contenuti critici rispetto alla risposta del paese al COVID-19. I suoi post accusano le autorità di trascurare i residenti. Durante le serrate attuate per controllare la diffusione del virus, li avrebbero lasciati morire di fame.

Il 2 settembre, la vietnamita Duong è stata multata di 5 milioni di VND, pari a 210,00 dollari. È avvenuto dopo che il 22 luglio aveva postato contenuti di critica. Sosteneva che le misure di blocco applicate dalle autorità nel reparto Binh Truong della città di Thu Duc avrebbero impedito ai residenti di ricevere i pacchetti di soccorso.

Radio Free Asia (RFA)riporta che l’utente avrebbe contravvenuto al decreto governativo 15. Esso regola in particolare “l’uso dei servizi postali, delle telecomunicazioni e di altre tecnologie dell’informazione”.

Duong ha detto in una dichiarazione online che le autorità l’hanno contattata telefonicamente. Sostenevano di aver trovato quattro testimoni che dicevano che le persone che vivono nella zona non erano state lasciate senza accesso al cibo.

In risposta, Duong ha detto a RFA: “Ho detto loro che avevo 40 testimoni che potevano provare che le persone erano state costrette a mendicare il cibo. E per dimostrare la mia buona volontà, e per non litigare con loro, ho suggerito loro di parlare di persona con le persone nell’area di blocco”.

Secondo quanto riferito, le persone nell’area colpita continuano a chiamare Duong per segnalare i problemi che stanno affrontando. Tuttavia la polizia sarebbe stata poco collaborativa quando gli è stata presentata l’opportunità di ascoltare i residenti in prima persona.

Il Vietnam sta attualmente combattendo una quarta ondata della malattia del coronavirus. Per combattere il virus, le città e le province della nazione hanno implementato severe misure di allontanamento sociale. Hanno vietato alle persone di lasciare le loro case e chiuso fabbriche e attività, causando così la disoccupazione di molti.

Finora in Vietnam sono stati rilevati 536.788 casi di virus e sono stati segnalati 13.385 decessi, secondo www.worldmeters.info.

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2021/09/06/vietnam-facebook-user-fined-for-distributing-fake-news-critical-of-governments-covid-19-response.html