Vincere l’ansia in poche mosse

Vincere l'ansia in poche mosse (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0 )

Vincere l’ansia in poche mosse è possible. I pensieri sono parte integrante della nostra vita. Ma quando assumono un significato sproporzionato e ossessivo rispetto alla realtà, ecco che invece di aiutarci, ci limitano, ci bloccano, condizionano le nostre azioni. L’ansia in particolare distorce il modo di guardare la realtà, va ad interferire direttamente sul nostro modo di pensare.

Difatti, non tutti i pensieri vengono per aiutarci. Ma li accettiamo in modo cosi naturale che siamo abituati a seguirli senza dubitare. Ci sono molti esempi di pensieri ansiosi. I più comuni sono i continui paragoni che facciamo con gli altri, o quando diamo troppa importanza al giudizio degli altri. Oppure quando sottovalutiamo costantemente gli aspetti positivi, o abbiamo la tendenza eccessiva sul fare andare tutto come vorremmo. Quando ci aspettiamo eventi disastrosi senza un motivo apparente. Oppure quando abbiamo paura di contrarre malattie, di non sentirci abbastanza puliti, l’ossessione per l’ordine e la simmetria, la paura di essere aggrediti, di morire… questi pensieri possono contribuire al formarsi degli stati ansiosi e di attacchi di panico. A volte ci sentiamo sul punto di perdere totalmente il controllo di mente e corpo. Cosi non riusciamo più a stare bene con noi stessi.

La svolta

Il primo passo importante per vincere l’ansia è la consapevolezza. Ad alcune persone succede di arrivare al punto in cui hanno paura di stare da sole, con il timore di potersi sentire male in qualsiasi momento e di non avere nessuno che possa soccorrerle. E’ arrivata l’ora di dire basta ad alta voce. Dillo veramente, «BASTA». Dite a voi stessi: «Da adesso in poi non lascerò più che le mie paure mi controllino, sarò io a controllare voi». Parlate con loro, comandatele. Concentratevi su ciò che state facendo in quel momento. «Sto guidando, adesso sono impegnato a guidare la mia auto e a guardare la strada, quindi andate via, non vi voglio con me, non siete pensieri miei». Concentratevi sul fatto che quei pensieri non sono vostri. Non riconosceteli come vostri. Questo metodo vi consentirà di vivere l’ansia in maniera distaccata. Provateci veramente, decisi e determinati.

vincere ansia
Il primo passo importante per vincere l’ansia è la consapevolezza. (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0 )

Siete voi che decidete. Non lasciate che i vostri pensieri vaghino a briglia sciolta. Prendetene il totale controllo, anche se avete la sensazione di non potercela fare. Non è cosi. Provateci. Scoprirete che facendo un passo indietro, c’è una prospettiva completamente nuova per affrontare il problema. La scelta tra vita e paura dipende da te.

Stop ai pensieri

Lasciate andare dunque i pensieri ripetitivi e negativi, è fondamentale per recuperare il benessere emotivo. Stop ai pensieri. La soluzione non è ragionare di più sui propri pensieri, ma al contrario, smettere di cercare la risposta in essi. Basta pensare. La costante ricerca della soluzione nel pensare e ripensare, non fa altro che alimentare l’ansia, anziché placarla. Nel momento in cui si presentano i pensieri negativi, provate a identificarli. Se vi fermate ad osservarli bene, vedrete che difatti sono lì per causare paura. Allora non permetteteglielo.

vincere ansia
Lascia andare i pensieri negativi. (Immagine: Wikimedia / CC0 1.0 )

Vedrete che il continuo rimuginare, questo automatismo inconscio, andrà a diminuire e l’ansia finirà per perdere totalmente la sua forza. Dato che essa si nutre e si fortifica attraverso i vostri pensieri apprensivi, sottraeteglieli. Sarete di nuovo padroni della vostra mente. E della vostra vita. Riprendete a vivere, liberi dalla ricerca della perfezione, dalla mania del controllo e soprattutto dalla paura.