Virus PCC: uno dei più grandi rovesciamenti economici

rovesciamento economico paesi a basso reddito disoccupazione

Il Fondo Monetario Internazionale è un’organizzazione internazionale pubblica composta dai governi nazionali di 189 Paesi. Fa parte delle organizzazioni dette di Bretton Woods, dal nome della località (nello stato del New Hampshire, USA) in cui si tenne la conferenza che ne sancì la creazione. (Immagine: Screenshot/youtube)

Il rischio che porta con sé ogni grave pandemia è in primis l’emergenza medica. Tuttavia può anche innescare declino economico con ulteriore stress su individui e governi. Rispetto ai giorni nostri e al coronavirus del PCC, la previsione del Fondo monetario internazionale (FMI) dice che potremmo essere diretti verso uno dei più grandi rovesciamenti economici della storia.

Crisi economica

«Solo tre mesi fa, ci aspettavamo rispetto al 2020 una crescita del reddito pro capite positiva in oltre 160 dei nostri paesi membri … Oggi, quel numero è stato ribaltato: ora prevediamo che quest’anno oltre 170 paesi sperimenteranno una crescita del reddito pro capite negativa… In effetti, prevediamo la peggiore ricaduta economica dopo la Grande Depressione», ha dichiarato Kristalina Georgieva, amministratore delegato del FMI, come riportato dalla BBC .

I paesi dell’America Latina, Africa e Asia, in gran parte con mercati emergenti e basso livello di reddito, avranno rischi maggiori. Infatti, queste nazioni con sistemi sanitari deboli non potrebbero affrontare un’ipotetica diffusione incontrollata dell pandemia di COVID-19. In più, la ricaduta dell’economia non farà che peggiorare le cose. Gli investitori, quindi, stanno già estraendo capitali da tali mercati. I deflussi sono pari a 100 miliardi di dollari negli ultimi due mesi, somma che supera di tre volte il numero dei deflussi di capitale durante la Grande crisi finanziaria del 2008, per lo stesso periodo.

Paesi dell’America Latina, Africa e Asia sono in gran parte mercati emergenti con un basso livello di reddito che tendono ad avere sistemi sanitari deboli. (Immagine: Screenshot / YouTube )

Sembra che il FMI stia collaborando con la Banca mondiale per istituire per il prossimo anno un congelamento del recupero crediti da alcuni dei paesi più poveri del mondo. Si spera che queste nazioni possano utilizzare i soldi per affrontare le infezioni da virus del PCC. L’FMI ​​sta inoltre istituendo un fondo da 1 trilione di dollari che verrà utilizzato per fornire finanziamenti ai paesi con difficoltà nel gestire l’epidemia. L’organizzazione potrebbe fornire anche 100 miliardi di dollari alle nazioni a basso reddito.

Ray Dalio, il fondatore di Bridgewater Associates, avverte che la pandemia di coronavirus del PCC potrebbe causare perdite fino a 4 trilioni di dollari per le società americane. Ha sottolineato che l’attuale situazione sembra si stia tramutando in crisi economica. «Ora siamo nel punto in cui ci sarà una ristrutturazione del debito e una sua monetizzazione… Stiamo vivendo in un mondo diverso, come gli anni ’30 quando nel […] 1932, si aveva una svalutazione del dollaro. Si mette in atto la stampa di denaro», ha detto a CNBC .

Contromisure

I governi di tutto il mondo hanno annunciato varie misure per far fronte alle ricadute economiche del coronavirus del PCC. In Cina, la banca centrale ha ridotto i requisiti di riserva. Consente essenzialmente alle banche di fornire prestiti extra per un valore di 80 miliardi di dollari alle imprese in difficoltà nell’attuale economia. Pare che Pechino stia preparando un enorme pacchetto di stimoli economici le cui dimensioni, secondo gli analisti, dipenderà dall’obiettivo di crescita economica che la Cina vorrà ottenere per l’anno, rivelato tradizionalmente entro questo periodo. Il fatto che debba ancora farlo segnala quanto sia stato caotico l’impatto del COVID-19.

economia

La banca centrale cinese ha ridotto i requisiti di riserva, essenzialmente consentendo alle banche di fornire prestiti extra per un valore di 80 miliardi di dollari alle imprese in difficoltà nell’attuale economia. (Immagine: pixabay / CC0 1.0 )

Riguardo gli Stati Uniti, l’amministrazione Trump ha annunciato un pacchetto da 2 trilioni di dollari per stimolare l’economia locale. Ciò include prestiti alle imprese e sostegno al reddito per i settori della società economicamente più deboli. La Fed ha ridotto i tassi di interesse quasi allo zero e accelerato l’acquisto di buoni del tesoro e debito societario. Il tentativo è quello di mantenere la liquidità sul mercato. Il fattore che spaventa è inoltre il livello di disoccupazione. Al 20 aprile 22 milioni di persone hanno presentato richieste di disoccupazione nelle ultime quattro settimane. 

Articolo in inglese: https://www.visiontimes.com/2020/04/20/ccp-coronavirus-the-biggest-economic-reversal-since-the-great-depression.html